6 novembre 2014

pizzette fritte

la idéntica receta en Argentina icon
In questi ultimi due mesi ho lasciato completamente da parte ogni quotidianità per vivere intensamente momenti personali unici e irripetibili..... dettagli dei quali, sono più che certa, voi non siete curiosi di conoscere!!
E adesso, riprendendo le mie vecchie abitudini, non posso non continuare che con gli affetti famigliari; quindi ricomincio "non da tre" ma bensì con una ricetta che mi ha chiesto mia cugina Carina, chi ama le pizze e questa è una maniera diversa di presentarla e soprattutto di gustarla.

Vediamo gli ingredienti che ci servono per fare circa 20 pizzette fritte:
Per l' impasto della pizza:  600 gr. di farina 00; 10 gr. di lievito di birra; 350 ml di acqua fredda; 30 ml. d'olio d'oliva e 10 gr. di sale fino.
Olio per friggere.


Cominciamo col preparare l'impasto per la pizza; è scontato dire che ognuno può benissimo farla come di sua abitudine.
Io la faccio mischiando inizialmente, in un recipiente,  300 gr. di farina, il lievito disciolto in mezzo bicchiere di acqua e i 350 ml. di acqua, ottenendo un impasto molto morbido e cremoso; a questo punto aggiungo il sale, la restante farina e per ultimo l'olio amalgamando bene fino ad ottener un composto sempre morbido pero non deve risultare appiccicaticcio.
Lascio riposare per un'ora coprendo il recipiente con della pellicola trasparente e sopra io sempre ci metto una copertina o una tovaglia affinché non prenda freddo!!!
Trascorsa quest'oretta divido l'impasto in due parti uguali e li metto in altri due contenitori su cui precedentemente ho spolverato della farina; copro e lascio lievitare per altre 5 ore minimo; di sicuro fino a quando il volume dell'impasto si sia duplicato.
 


Appena l'impasto sarà pronto procederemo a cuocerle:  Metteremmo un tegame con dell'olio sul fuoco  e,  inumidendoci le mani con l'olio (naturalmente non quello caldo!!!), prenderemmo piccole  porzioni d'impasto e stirandoli con le mani li faremmo scendere nell'olio ben caldo dove si gonfieranno; faremmo cuocere  da entrambi i lati fino a che prendano un colore dorato; le appoggeremmo su della carta assorbente e saranno pronte per essere divorate semplicemente così ben calde, dove sentiremmo tutta la loro fragranza, oppure fredde o le potremmo accompagnare con degli affettati e formaggi vari.  
Se vi state chiedendo quale debba essere la misura delle palline d'impasto, sinceramente vi dico che non le misuro ne le peso, come potete vedere dalla foto sono abbastanza irregolari!!! una volta stesi dovrebbero essere all'incirca di 6-7 cm.




Queste pizzete fanno parte della tradizione culinaria napoletana e affinché siano effettivamente le vere "Pizzelle fritte" dobbiamo aggiungere il tocco finale: prepariamo un sughetto di pomodoro molto semplice con olio e aglio che lasceremo cuocere per circa 15 minuti ed infine aromatizzeremo con l'origano.
Metteremmo un cucchiaio di salsa sulle pizzette, delle foglioline di basilico e parmigiano grattugiato o ancora meglio una fettina di mozzarella........e se vogliamo lasciare spazio alla nostra fantasia senza tenere in considerazione le tradizioni: alici sott'olio, olive verdi o nere, funghi, del prosciutto cotto, salsa di pomodori e peperoni e......










E poi non posso finire questo argomento senza parlare delle  famose "Pizze fritte abruzzesi", che non mancano in nessuna tavola o festa popolare. Sono di misura più grandi e non vanno condite, molto buone con i formaggi di pecora e/o  con il prosciutto crudo : all'impasto aggiungeremo un po' meno acqua affinchè sia leggermente più consistente, la lasciamo lievitare per due ore; le dividiamo in 15-16 palline e con l'aiuto del mattarello o "lu stennemasse" le stiriamo fino a che abbiano uno spessore di circa ½ cm. Le lasciamo ancora lievitare coperte con uno strofinaccio per ½ ora e prima di friggerle in abbondante olio ben caldo le bucherelliamo con una forchetta per far sì che non si gonfino. Le cuciniamo da entrambi i lati, le mettiamo sulla carta assorbente e le spolveriamo con un pizzico di sale fino, e per un tocco ancora più squisito potete  accoppiarle mettendo in mezzo del prosciutto crudo e e dei fichi e dopo mi raccontate.

Comunque decidiate di prepararle......

BUEN PROVECHO!!!!

Nessun commento:

Posta un commento