12 gennaio 2014

Come si fa l'impasto per la pizza



la idéntica receta en Argentina icon 

Da piccola accompagnavo mia nonna all'alimentari e a seconda di ciò che comprava già sapevo che quella sera si sarebbe mangiata la "PIZZA"; ma ero troppo bambina per interessarmi alla ricetta, a me piaceva solo mangiarla!!!! 
Ho provato con varie ricette e tanti trucchi, senza mai avere avuto grandi successi; oggi devo ringraziare la mia amica Maribel che mi ha dato questa ricetta, che sicuramente non ha nulla a che vedere con quella di mia nonna, ma mi piace perchè è molto leggera, grazie al fatto che lievita per molte ore ed ha pochissimo lievito. Adesso io condivido con voi questa ricetta.
Gli ingredienti che ci servono per farla sono:

1,500 Kg. di farina; 750-800 ml. di acqua;  90-100 gr. di olio di oliva;  12 gr. di  lievito di birra e 30 gr. di sale.

Sciogliere il lievito in mezzo bicchiere di acqua a temperatura ambiente e versarla, insieme a gli altri 750 gr. di acqua, in un recipiente dove avremmo messo solo 1 kg. di farina. Amalgamare bene fino ad ottenere un impasto iniziale morbido e cremoso; se fosse necessario aggiungere altra acqua.

A questo punto aggiungere il sale, i 500 gr. di farina rimasti e l'olio continuando ad ammassare. Lasciar riposare per un'ora coprendo il contenitore prima con un coperchio o una pellicola trasparente e poi con strofinacci affinchè sia circondato da calore e cominci a lievitare..... mia nonna lo copriva con una coperta. 
Trascorso questo tempo, dividere l'impasto in 4 parti uguali, metterli in altri recipienti preventivamente spolverizzati con la farina (nella scelta dei contenitori tenete presente che il volume dell'impasto si quasi raddoppierà); coprire e lasciare lievitare per altre 5 ore all'incirca. Io, come mi ha insegnato la mia amica, generalmente la preparo la sera prima e metto i contenitori in frigo e la mattina dopo gli tolgo lasciandoli a temperatura ambiente per alcune ore.
Il nostro impasto è pronto: mettere ogni singolo panetto in un tegame da forno unto di olio (va benissimo che sia rotondo, rettangolare o quadrato) e fare pressione con le mani dandole uno spessore il più possibile pari......questo si che è un ricordo che ho impresso nella memoria: mia nonna nel fare questa operazione si bagnava leggermente le mani con l'olio affinchè l'impasto non si attaccasse e così poter stenderlo tranquillamente. 
Mettere in forno, che deve essere molto caldo alla temperatura più alta, per alcuni minuti fino a che l'impasto è quasi cotto,  metterci sopra il pomodoro e........ lì usare la nostra fantasia per condirla, rimettere in forno per pochi minuti ancora, controllate sempre la parte inferiore che deve essere leggermente colorata e.........


poi lasciamo posto alla fantasia e con il suo impasto potremmo preparare pizzette fritte; della focaccia; pizze a forma di stella con formaggio, pancetta, salame e salsa barbecue; o farcirla pure con salmone affumicato, rucola e grana a scaglie; o darle una forma di ciambella e riempirla; o fare una semplice pizza farcita con scarola e.......
BUEN PROVECHO!!!!!!!!

Nessun commento:

Posta un commento