7 gennaio 2018

torcinelli abruzzesi

la idéntica receta en Argentina icon

Se credevate che a Natale mi fossi fermata solo ai cannoli abruzzesi, vi siete sbagliate di grosso, perché continuando con le tradizioni di questa terra che mi ha adottato, non potevano mancare i graditi "torcinelli". Questo dolci in Abruzzo vengono consumati non solo a Natale ma anche a Carnevale... quindi, dato che vi do la ricetta con ritardo, non preoccupatevi, potete recuperare a febbraio!!!

Gli ingredienti che ci servono sono:

patate 700 gr; uova 4; farina 800 gr; olio d'oliva 100 gr; vino bianco 200 ml; lievito di birra 25 gr; lievito in polvere 1 bustina; anice in semi; sale fino 1 cucchiaino; scorza grattugiata di 1 limone; zucchero per spolverare; olio per friggere.
Facoltativo: uva passa a piacere. 
UN CONSIGLIO: dimezzate le dosi se non siete troppi in famiglia!!! 

Dopo aver lessato e fato intiepidire le patate le andremmo a schiacciare; aggiungiamo il sale e le uova ed amalgamiamo per bene il tutto.
Incorporiamo l'olio d'oliva, il vino bianco e la buccia del limone grattugiata; dopo aver amalgamato bene aggiungiamo il lievito di birra sciolto in pochissima acqua tiepida.
Adesso è la volta di aggiungere il lievito in polvere ed, un poco alla volta, la farina setacciata. Per ultimo i semi di anice e l'uva passa.


Lasciamo lievitare il nostro composto fino a quando raddoppierà il suo volume.
A quel punto ungiamoci le mani con dell'olio e prendiamo delle piccole porzioni d'impasto  cercando di allungarle attorcigliandole su se stesse.
Tenete presente che i torcinelli non devono essere molto spessi, altrimenti non si cuoceranno bene al loro interno.


Man mano che prepariamo i torcinelli li andremmo ad immergere nell'olio bollente, rigirandoli di modo tale che si dorino bene da tutte le parti.
Li lasciamo scolare e li asciughiamo con della carta assorbente per poi dargli il tocco finale arrotolandoli nello zucchero semolato e.....

mangiateli subito caldi o calientes che dir si voglia!!!

Nessun commento:

Posta un commento