19 agosto 2015

lumache di terra, come spurgarle e pulirle

si quieres leerlo en Argentina icon

So benissimo che questa è un'operazione che scoraggia a molti, vuoi per il tempo che ci occorre che per il lavoro che deve essere fatto, rinunciando in questo modo a mangiare le lumache.
Tranquille, chi meglio di me vi può capire....Però pensatelo in questo modo: non si deve per forza fare in un'unica giornata.....vi terrà occupate per quattro giorni abbondanti ogni volta che le raccoglierete e vorrete mangiarle.


Come dite? Vi ho fatto scoraggiare del tutto??  Nooooo. Dai, proviamo, non è così impossibile come sembra:



La prima operazione indispensabile da fare è quella della "spurgatura", visto che le lumache pascolando mangiano ogni tipo di pianta, di erbe e di funghi, anche quelli velenosi. Il loro stomaco è immune a queste sostanze, mentre quello nostro no!.
Questa operazione è quella più semplice visto che sarà sufficiente mettere le nostre lumache in un cesto di vimini o in qualsiasi altro contenitore, l'importante è che deve avere due requisiti fondamentali: deve circolare l'aria e deve avere la possibilità di essere chiuso molto bene affinché le lumache non scappino! Le lasceremo lì per tre giorni. Facile no?

Il quarto giorno le metteremo in un recipiente con dell'acqua fredda a cui avremmo aggiunto un pugno di sale grosso ed un bicchiere d'aceto. Laveremo bene le lumache agitandole con le mani e strofinandole delicatamente fra di loro in modo tale che caccino via la loro schiuma, la bava e la sporcizia.
Le togliamo da questo liquido, le sciacquiamo velocemente e le rimettiamo nel recipiente con dell'acqua pulita, sale e aceto. Questa operazione va fatta per tre volte; nel caso l'acqua sia ancora torbida dopo questi lavaggi ripetere ancora.
Per ultimo le scoleremo e le laveremo sotto l'acqua corrente.

Adesso siamo arrivati al momento della loro prima cottura:
In un tegame alto andremmo a mettere le lumache con dell'acqua fredda che le ricopra di almeno 6-7 cm. Le lasciamo coperte, lì ferme, per una mezz'ora circa, per poi mettere il tegame a fiamma bassa per dar loro il tempo di uscire completamente dal loro guscio. A quel punto alzate la fiamma al massimo e lasciate sbollire per circa 15 minuti; estraetele con una schiumarola e passatele sotto l'acqua corrente calda.
Le nostre lumache sono pronte per essere preparate in ogni modo.


Se la nostra ricetta ci  richiede della lumache senza guscio sarà sufficiente estrarre la lumaca con l'aiuto di uno stuzzicadenti  togliendo la parte finale a forma di spirale che andrà buttata e rilavando la parte iniziale con dell'acqua fredda ed .......
E' FATTA!!!!

Nessun commento:

Posta un commento