15 dicembre 2014

visitando un caseificio artigianale

la idéntica receta en Argentina icon
Come si fa a dare una ricetta quando non sai il nome dell'ingrediente principale??? A me succede molto spesso....sono tanti i prodotti che ho scoperto qui in Italia e che sinceramente non so se in Argentina o in altri paesi sud americani si trovano e, sopra tutto, non sò come si chiamino. Utilizzo ogni dizionario possibile, però sono tanti i paesi latini con tanti termini diversi fra loro, che uno si perde.
Fra loro vi era il formaggio di vacca fresco che io utilizzo in molte ricette, dico che "vi era" perché credo che finalmente siamo riusciti a risolvere questo arcano.
Quando quest'estate è venuta a trovarmi mia cugina siamo andate insieme a comprare la ricotta ed i formaggi dove vado sempre, è un caseificio di una vicina che li produce artigianalmente; intanto che la proprietaria stava finendo di preparare gli ultimi formaggi della mattina, molto gentilmente, ha fatto visitare il su laboratorio  e la stalla a mia cugina e
 

tra una chiacchiera ed un'altra finalmente siamo riuscite a scoprire che il formaggio che avevo cercato per tutta Buenos Aires due anni fa, (senza trovarlo), per preparare le famose "pallotte cace e ove", che tanto piacciono a tutta la mia famiglia dell'altra parte dell'oceano e non, è il "queso sardo argentino", che nulla ha da condividere con il "formaggio sardo italiano", quest'ultimo è fatto  con il latte di pecora.
 

Questo formaggio che abbiamo comperato è stato fatto il giorno precedente, questa consistenza è giusta per, una volta tagliato a fettine, farlo arrosto o per friggerlo passandolo prima nella pastella di farina e acqua.
Mentre per le famose polpette di formaggio deve essere più maturo, di una settimana, settimana e mezza.

Adesso la domanda nasce spontanea: come si chiama negli altri paesi centro-sud americani??? e nella stessa Spagna????   Chi mi sa rispondere???

Nessun commento:

Posta un commento