10 gennaio 2018

lettera a perrito


si quieres leerlo en Argentina icon



Non è mai stato facile dover dire addio a tanti amici a quattro zampe che hanno transitato nella Granja.... e questa volta lo è ancora di più. 
La maggior parte di loro sono arrivati qui perché abbandonati e bisognosi di cure e di affetto, invece tu no; tu sei nato qui insieme ad altri 4 fratelli ed una sorellina.
Ti ho guardato crescere i primi giorno insieme agli altri e subito ho scelto te, mettendoti il nastrino giallo che diceva è "mio" affinché nessuno ti portasse via.
Tu hai scelto me ... cercandomi da subito ed imitando il mio vizio di chinare la testa da un lato e sorridere mentre ti guardavo dietro dalla finestra.
Crescendo hai divertito e meravigliato tanti bambini, e anche tanti adulti, guardandoti ridere a pieni denti....diventando così serioso se provavo a  fotografarti....

Negli anni ho cercato di rispettare il tuo essere un "animale", il tuo vagabondare, la tua indole, la tua libertà, lasciandoti scorrazzare nei campi... purtroppo anche in quelli dei vicini... facendo amicizia con gli altri cani dei dintorni, litigando di brutto con altri e rimanendo succube di altri ancora.
Senza parlare poi dei batticuori per delle cagnette di taglia molto più piccola rispetto a te; per poi tornare a casa dopo giorni e giorni con le ferite provocate dai rivali, però tanto felice e soprattutto tanto affamato e distrutto ... quello che non ho mai saputo è se sei mai tornato vittorioso.

Ti ho anche viziato tanto, senza mai riuscire ad essere forte e decisa nelle punizioni.... e tu ne approfittavi... se provavo a rimproverarti diventando molto seria, tu subito ti attaccavi a me, quasi a farmi cadere, e con il muso cercavi di sollevare la mia mano per farti coccolare... e come non farlo... con tutta quella tua dolcezza.
Non posso negare di averti, alcune volte, umanizzato e per questo ti chiedo scusa. E così facile cadere in questo madornale errore ....  e questa lettera ne è una dimostrazione.
E' che mi manca vederti scodinzolando ovunque io mi trovi; mi mancano quegli occhi che mi guardano pieni di un misto tra dolcezza e malinconia; mi manca giocare con te; mi manca il poter coccolarti... mi manchi....


Voglio solo pensare che tu stia correndo libero nel cielo infinito e che ti stia divertendo a giocare con le nubi nello stesso modo in cui ti piaceva giocare con la neve.... perché, come me, sei sempre stato un eterno giocherellone... forse è stato proprio per questo che ci siamo scelti .... 


GRAZIE PER TUTTO L'AMORE CHE MI HAI DONATO!!!

2 commenti:

  1. Una storia bellissima e piena d'amore.Gli animali sono così innocenti che amarli diviene naturale.Anche io ho detto addio a molti miei pelosetti(gatti) e il dolore è sempre lo stesso,ma per fortuna sappiamo di aver donato loro una bella vita

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Anonimo, mi dispiace ma non so in che altro modo chiamarti.
      E' vero che ci rallegra saper di aver donato ai nostri cari amici a quattro zampe una bella vita. Però è altresì vero che loro ci donano un infinito amore incondizionato che ci fa sentire altrettanto fortunati!! Per questo motivo è così doloroso doversi dire addio.

      Elimina