30 novembre 2017

marmellata di mele cotogne

la idéntica receta en Argentina icon


Non ho mai visto, in tutti questi anni, le nostre piante di mele cotogne talmente cariche come adesso.... impossibile non sbizzarrirsi a preparare marmellate, la cotognata (dulce de membrillo) e con quest'ultima i buoni biscotti della mia infanzia.
Non contenta, ho provato a preparare altra marmellata a cui ho aggiunto del vino rosso... perché, come si dice, anche gli occhi vogliono la loro parte.... non capisco ancora perché la cotognata e la marmellata mi escono chiare, mentre in argentina hanno un colorito scuro!
Se anche voi volete provare, vi dico quali ingredienti ho usato:

mele cotogne; mele; zucchero, vino rosso e limone.
Le dosi vanno calcolate in questo modo: 
Per ogni kg di mele cotogne già pulite considerate 2 mele; 500 gr di zucchero; 750 ml di acqua fredda; 1 bicchiere di vino rosso ed il succo di ½ limone.

 Dopo aver sbucciato e tolto il torsolo alle mele cotogne ed alle mele, le ho tagliate a pezzi bagnandoli con il succo di limone.
Ho versato l'acqua fredda in un tegame, ho aggiunto le mele cotogne e le mele e ho messo a cuocere a fiamma alta.
Appena ha iniziato a bollire ho lasciato ancora sul fuoco per circa un quarto d'ora. Una volta spenta la fiamma le ho lasciate intiepidire e le ho ridotte in purè con l'aiuto del passaverdure.
Ho messo il composto in una pentola capiente e vi ho aggiunto lo zucchero ed il vino rosso. Ho messo a cuocere a fuoco alto per circa 10 minuti, girando spesso, per poi abbassare la fiamma e ho lasciato cuocere ancora per altri 30 minuti, fino a quando ha cominciato a staccarsi dalle pareti della pentola mentre giravo.
A quel punto ho messo la marmellata nei barattoli, li ho chiuso ermeticamente e capovolti per una diecina di minuti per creare il sotto vuoto.

Se volete che la vostra marmellata sia chiara basta che non aggiungiate il vino, la procedura rimane identica e.....

BUENA GHIOTTONERIA A TODOS!!!

24 novembre 2017

rotolo di pasta sfoglia con patate prosciutto mozzarella e formaggio alle olive

la idéntica receta en Argentina icon

La pasta sfoglia la paragono alla pasta, da una ne puoi fare cento!!!
Non solo vi è una varietà infinita di modi in cui farcirla, non solo velocemente si ha un pasto completo ma ci si può sbizzarrire anche sulle forme in cui presentarla: a forma rettangolare; a forma di torta; a strisce; con decorazioni; a forma di cestini; dei Vol au Vent; cornetti; ....
Oggi, per variare ancora, la preparo a forma di rotolo e se volete sapere come la faccio vi dico, come prima cosa, gli ingredienti che ci servono:


pasta sfoglia rettangolare 1; patate medie 2; prosciutto cotto 100 gr; mozzarella 1; formaggio spalmabile alle olive 100 gr; tuorlo d'uovo 1; sale. 


Lessiamo le patate; una volta cotte le sbucciamo e le lasciamo intiepidire.
Intanto srotoliamo, su della carta da forno, la pasta sfoglia e sopra vi spalmiamo il formaggio alle olive. Vi distribuiamo le patate schiacciate, le saliamo appena e sopra aggiungiamo la mozzarella tagliata a fette ed infine il prosciutto cotto.
Con l'aiuto della carta da forno arrotoliamo, dal lato più lungo, la pasta sfoglia, dandole la forma di un rotolo e lasciando la parte che si apre sotto. Un consiglio non ricoprite tutta la sfoglia, lasciate una striscia vuota verso la fine, in questo modo il ripieno non uscirà quando lo arrotolerete.

 Sigilliamo bene i lati e, con tutta la carta, lo adagiamo sopra una piastra da forno; bucherelliamo la sfoglia con una forchetta e spennelliamo il rotolo con il tuorlo d'uovo.       
Portiamo in forno caldo a 200° per circa 20 minuti ... di sicuro fino a quando il rotolo diventerà dorato. Lasciamo appena intiepidire, tagliamo a fette e.....


BUEN PROVECHO!!!

spezzatino con olive verdi farcite e cetriolini

la idéntica receta en Argentina icon
Questa sera sono di carne, cosa non graditissima  per me 😢.... ma ogni tanto bisogna pure far contenti anche gli altri componenti della famiglia, o no??
Per renderla più appetibile ai miei occhi cercherò di mascherarla il più possibile.


Gli ingredienti che ci servono sono:

spezzatino misto manzo-maiale 700 gr; olive verdi farcite ai peperoni 70 gr; cetriolini sott'aceto 70 gr; pomodoro san marzano 2; brodo vegetale; cipolla 1; aglio 2 spicchi; olio d'oliva e sale.
Facoltativo: panna da cucina 2-3 cucchiai.


Sistemiamo la carne in un tegame con dell'olio d'oliva e facciamo soffriggere; una volta colorata la togliamo dal tegame lasciando il fondo di cottura e sistemiamo lo spezzatino in un piatto mantenendolo al caldo.
Uniamo un trito di cipolla e aglio nella padella, lasciamo stufare per poi unire le olive tagliate a rondelle ed i cetriolini tagliati a dadini piccoli.   


Facciamo rosolare per pochi minuti, aggiungiamo i pomodori tagliati piccoli, la carne, saliamo appena e diluiamo con un mestolo di brodo. Lasciamo cuocere per 1½ ora circa, aggiungendo altro brodo quando necessario.
Volendo, dieci minuti prima di fine cottura, possiamo aggiungere qualche cucchiaio di panna da cucina e....

BUEN PROVECHO!!!

16 novembre 2017

risotto con melagrana

la idéntica receta en Argentina icon


Ogni mattina, nella mia mente, vi è un accavallarsi di esperienze, di scoperte, di ricette, di pensieri che vorrei condividere insieme a voi.
A volte ho anche l'opportunità di sedermi davanti al PC e di iniziare a riversare questo fiume in piena.... per poi finire con l'accumularsi tra tanti incompiuti.
Vediamo se questa mattina sono più fortunata e riesco a pubblicare questa ricette ... anche perché dovete proprio assaggiare questo delicato risotto alla melagrana prima che finiscano questi squisiti frutti, simbolo della fortuna e dell'abbondanza.
Se poi avete una abbondanza di melagrane non vi dimenticate di preparare la marmellata di melagrane e fichi.


Allora vediamo quali sono gli ingredienti che ci servono:

riso 300 gr; melagrana 3; cipolla 1; brodo vegetale; vino rosé ½ bicchiere; formaggio grattugiato; prezzemolo; burro 1 noce; olio d'oliva e sale.

Facciamo soffriggere la cipolla in un tegame con dell'olio d'oliva. Personalmente mi piace tagliare la cipolla a rondelle, per chi invece ne vuole solo sentire il sapore, può benissimo tritarla piccola.
Aggiungiamo il riso, lasciamo tostare a fuoco basso per pochi minuti, bagniamo con il vino rosé, aumentiamo la fiamma e appena evapora abbassiamo il fuoco aggiungendo del brodo vegetale. Mescoliamo e, di volta in volta, aggiungiamo altro brodo non appena verrà assorbito dal riso,  continuando a girare ogni tanto fino a metà della cottura del riso.


Spremiamo le melagrane ( io utilizzo il passaverdure per questa operazione, ho sentito che vi è chi utilizza lo spremiagrumi!?), lasciando da parte diversi chicchi interi. Irroriamo il risotto con il succo ottenuto, saliamo appena ( il brodo vegetale è già salato) e lasciamo finire la cottura, rigirando ogni tanto onde evitare che il risotto si attacchi al tegame. Se fosse necessario aggiungiamo qualche cucchiaio di brodo vegetale.


Una volta cotto, spegniamo il fuoco, mantechiamo con la noce di burro ed il formaggio grattugiato; guarniamo con i chicchi di melagrane. il prezzemolo tritato e.....

BUEN PROVECHO!!!