12 ottobre 2017

composizione floreale autunnale

si quieres leerlo en Argentina icon
Riconosco molto bene che mi tuffo in tante  avventure senza sapere niente di esse, né come si affrontano; però non demordo e vado avanti stimolata dalla mia curiosità e dalla volontà di approfondire ed elaborare, con il mio pensiero, con le mie mani, con il mio cuore, le mie passioni.
Come oggi che mi sono sentita travolgere da un portavaso così bello, ma vuoto. 

Ed eccomi pronta a cimentarmi con questa composizione, sulla tonalità di rosa.
Dove ho utilizzato:

sia fiori secchi come le ortensie e la protea; sia fiori appena raccolti come la fusaggine (euonymus europaeus); clematis vitalba; dimorphoteca (margherita africana); verbena. 

Inoltre il portavaso di metallo allungato con disegnate delle rose rosa; della spugna da fioraio; dei nastri e un mazzolino di fiori di stoffa sempre nella stessa gamma cromatica. 


Come prima cosa mi sono dedicata alla spugna che, come altezza, era la metà del portavaso, quindi perfetta, però ho dovuto ritagliarla per darle la forma ovale del portavaso. Poi l'ho inserita al suo interno ed ho iniziato a disporre, nella parte posteriore, i rami più alti: la vitalba, la protea ed il ramo di fusaggine con i frutti colorati da un lato, mentre nella parte opposta dei rametti con le sole foglie.
A questo punto ho riempito la parte anteriore con le ortensie, (che avevo fatto seccare il mese scorso), dei fiorellini di dimorphoteca e di verbena. Per non far appassire questi ultimi ho versato dell'acqua sulla spugna dove poi li ho posizionati. 


Infine ho aggiunto il mazzolino di fiori di stoffa in mezzo alla composizione ed ho fatto un fiocco con i nastri che ho collocato nella parte posteriore in modo da riempire il vuoto che si creava tra le altezze. 
Una volta finito ero proprio felice del risultato e spero che possa essere uno spunto per voi e.....
Buen entretenimiento!!!

Nessun commento:

Posta un commento