8 novembre 2016

dolce di patate americane con cioccolato - dulce de batata con chocolate

la idéntica receta en Argentina icon


Conoscete le patate americane, chiamate anche patate dolci?  Lo chiedo visto che qui in Italia, fino a poco tempo fa, non era molto conosciuta e sopprattutto era difficile reperirle. E' un tubero, ipomoea batatas, originario del centro-sudamerica dove viene molto consumato. Ha un sapore dolce, che la contraddistingue e viene usata sia per preparazioni salate (cotte al forno, fritte, fatte purè) ed anche dolci. Una ricetta classica argentina é il dulce de batata, che insieme al dulce de membrillo (cotognata), non manca mai in nessuna casa.
La sua versione tradizionale è quella senza cioccolato..... solo che oggi ho bisogno di tanta dolcezza...... cosiché, dopo aver consultato varie ricette, mi accingo a provare a farlo...😌😌😌



Gli ingredienti che ci occorrono sono:

patate americane o dolci 1 kg; zucchero 700 gr;  acqua 200 ml + altri 100 ml; agar agar 10 gr; cioccolato fondente semiamaro 80 gr; stecca di vaniglia 1. 
Facoltativo: Miele d'acacia ½ cucchiaio.
- Il peso delle patate va considerato una volta sbucciate, per cui, intere, devono pesare qualcosa in più.... tranquille, se vi avanzano lesse potete aggiungerle a delle normali patate lesse o a della zucca lessa per fare un purè diverso!!
- Al posto del agar agar potete utilizzare della colla di pesce: 16 gr.
- Ho trovato anche la patata dolce bianca (come vedete nella foto), ma vi consiglio di usare solo la qualità viola.

Laviamo bene le patate, togliendo ogni eventuale residuo di terra; le lessiamo, con tutta la loro buccia, per circa una mezz'ora, molto dipende dalla loro grandezza. Per essere certi che siano cotte al punto giusto infilzatele con la forchetta fino ad arrivare al centro della patata.... non deve fare resistenza!
Lasciamo raffreddare, le sbucciamo e le riduciamo a purè. E' molto importante che non rimangano dei pezzettini, il purè deve essere molto liscio.


Prepariamo lo sciroppo mettendo in una pentola prima lo zucchero e versando poi 200 ml d'acqua fredda, portiamo sul fuoco a fiamma forte e non appena inizia a bollire lasciamo cuocere per 5 minuti.
Nota molto importante: non bisogna girare, onde evitare che lo sciroppo si cristallizzi. Per essere ancora più sicura, personalmente, aggiungo inizialmente ½ cucchiaio di miele d'acacia  per prevenire questo inconveniente.
Sistemiamo il purè di patate in una pentola, portiamo su fuoco medio-basso ed aggiungiamo un poco alla volta lo sciroppo, girando continuamente con la frusta per evitare che si formino dei grumi.


Lasciamo cuocere ancora per circa 15-20 minuti, fino a quando non diventi più spessa, girando di continuo con un cucchiaio di legno....stando attente a non bruciarsi con gli spruzzi.
A questo punto sciogliamo l'agar agar in 100 ml d'acqua fredda, portiamo a fuoco alto, girando bene per eliminare ogni grumo e facciamo bollire per 1-2 minuti.
Versiamo nella pentola con il dolce di patate girando per far amalgamare bene il tutto e possiamo spegnere il fuoco.
Aggiungiamo i semi di vaniglia, che avremmo estratto dal suo baccello incidendolo per lungo, rigiriamo e.....il dolce sarebbe già pronto così, però continuando prepareremo la versione al cioccolato:


Facciamo sciogliere a bagnomaria il cioccolato che incorporeremo nel dolce di patate.... vi consiglio di non integrarlo completamente alla preparazione, ma bensì di girarlo appena in modo tale da creare delle striature.
Versiamo la preparazione in recipienti di vetro o di ceramica che avremmo foderato con la pellicola trasparente. Assestiamo bene la preparazione dando dei colpetti affinché si compatti per bene. Lasciamo raffreddare alcuni minuti e ricopriamo con altra pellicola trasparente. Una volta raffreddato completamente portiamo in frigo e lo lasciamo fino al giorno dopo.

Prima di mangiarlo, capovolgiamo il dolce su un piatto e lo tagliamo a fette..... se poi vogliamo mangiare il famoso "postre vigilante" non dobbiamo fare altro che aggiungere una fettina di formaggio fresco ed il dessert è al completo!!
Il dulce de batata, quello che vi rimane!!!, si conserva in frigo, coperto con la pellicola trasparente, per 15 giorni e più e......

Un consiglio: se non avete mai assaggiato il dulce de batata vi consiglio, come prima volta, di versare in un recipiente metà della preparazione prima di aggiungerle il cioccolato e solo nell'altra metà aggiungere solo 40 gr. di cioccolato, in questo modo potrete scegliere quale delle due varianti vi piaccia di più e adesso si............

BUENA LECCORNIA A TODOS!!!!

Nessun commento:

Posta un commento