18 dicembre 2015

panettone fatto in casa

la idéntica receta en Argentina icon
Nell'epoca delle "Planetarie"; del comprare già pronto o del fare velocissimo, so di non essere per niente popolare riprendendo questa ricetta dal ricettario di mia madre
Solo che, al di là di essere una che eternamente nuota contra la corrente, non posso rinunciare al sapore delle cose genuine..... sono stata allevata molto male!!!!
Se anche voi ritenete che il tempo che ci occorre per prepararlo è molto ben impegnato, vi dico quali ingredienti ci servono per ottenere un panettone di 1 Kg.:


farina 500 gr. + quella per incorporare; zucchero 100 gr; latte 1 tazza (da tè); uova 2 + 1 rosso; burro 100 gr.; limone 1; lievito di birra 15 gr; noci 100 gr; noccioline 100 gr.; mandorle 100 gr.; uva passa 100 gr.; frutta candita 100 gr.; estratto di vaniglia 1 cucchiaio; cognac 1 bicchierino; acqua di fiori d'arancio 1 cucchiaio.
Per rifinire: uovo; zucchero a granella.


 
Sciogliamo il lievito in una tazzina (da caffè) di acqua tiepida. Lo versiamo in un recipiente e gli andremmo incorporando della farina fino a formare una pallina che lasceremo lievitare per circa 15 minuti. Al fine di poter lievitare al meglio, ogni volta, sistemeremo l'impasto, ben coperto, in un luogo a temperatura ambiente e senza correnti d'aria  .
Trascorso questo tempo le incorporeremo il latte tiepido ed una volta sciolta ci aggiungeremo 150 gr di farina che lavoreremo con le mani fino a che l'impasto si stacchi dai lati del recipiente. Adesso lo faremo riposare per 40 minuti, così andrà lievitando ancora.




Riprendiamo l'impasto lievitato e ci aggiungiamo il burro morbido a pezzetti e dopo incorporeremo un po' alla volta le uova, che avremmo prima montato con lo zucchero fino a che scrive (ovverosia facendo cadere dalla frusta un filo di composto che si mantiene per il tempo di scrivere una lettera). Uniamo l'estratto di vaniglia, il limone grattugiato, l'acqua di fiori d'arancio ed il cognac.
Un po' alla volta andiamo aggiungendo 350 gr. di farina, lavorando con le mani, in modo tale di dare calore all'impasto, per poi finire lavorandolo sulla spianatoia per un bel po'. Lasciamo adesso riposare e lievitare per altri 20 minuti.
Intanto avremmo messo in ammollo l'uva passa, precedentemente sciacquata e tritato la frutta secca. In famiglia non amiamo molto i canditi, per questo non li ho messi ed ho abbondato di più con la frutta secca. Mia mamma e le mie zie aggiungevano pure i fichi secchi..... come sempre tutto è questione di gusti!

Trascorsi i 20 minuti stendiamo l'impasto, vi distribuiamo sopra una buona parte dell'uva passa ben scolata, della frutta secca e quella candita, mentre il resto lo spargiamo, qua è là, sulla spianatoia ammassando affinché si uniscano bene all'impasto. 

Formiamo una palla con gli estremi rivolti verso il basso e lo sistemiamo in uno stampo precedentemente imburrato ed infarinato o in quelli di carta.
Adesso dobbiamo lasciarlo tutto il tempo che necessita per lievitare il doppio del suo volume.

 

Una volta lievitato, spennelliamo la parte superiore con un uovo sbattuto, incidiamo un croce con l'aiuto di un coltello e spolveriamo con lo zucchero a granella. facciamo cuocere in forno a 180° per 1¼ all'incirca; onde evitare che si asciughi troppo collocate nel forno una ciottolina con dell'acqua, che andrà tolta una diecina di minuti prima di spegnere il forno.

Apriamo lo sportello del forno e facciamo fuoriuscire a metà il panettone, lasciandolo pochi minuti, giusto il tempo di farlo rinfrescare prima di infilzarlo ai lati inferiori e capovolgerlo lasciandolo così per 10-12 ore e......


                          

BUONE FESTE A TUTTI VOI!!!!

Nessun commento:

Posta un commento