10 novembre 2015

pesto di rucola

la idéntica receta en Argentina icon
Anche quest'anno la mia rucola ha dato il meglio di se stessa, e se anche voi l'avete seminata e coltivata e ne avete a volontà come me, questa ricetta farà al caso vostro. Perché se è vero che siamo molto abituati al pesto genovese, preparato con il basilico, però questa specialità non è da meno.
Vi dico quali ingredienti utilizzare per questa preparazione:

Per ogni 100 gr. di rucola: parmigiano grattugiato 50 gr. + pecorino grattugiato 40 gr.; pinoli o noci 25 gr; aglio ½ spicchio; olio extravergine d'oliva circa 100 ml; sale grosso un pizzico.

Il segreto per la preparazione di un buon pesto è il mortaio ...... che si sostituisce molto più praticamente con il frullatore.

Dopo aver lavato le foglie di rucola, lasciamole sgocciolare ed asciugare. Dopodiché le metteremo nel bicchiere del frullatore con l'aglio (personalmente lo trito molto piccolo prima di aggiungerlo), i gherigli di noce ancora freschi, al suo posto possiamo utilizzare  i pinoli, dei granellini di sale grosso, i formaggi grattugiati e poco olio. Frulliamo il tutto a bassa velocità cercando di farlo ridurre in poltiglia.


Aggiungiamo altro olio extravergine d'oliva che lasceremo cadere a filo, frulliamo ancora fino ad ottenere un composto omogeneo e cremoso.
Adesso possiamo utilizzarlo subito per condire della pasta o come condimento a piatti di carne, oppure possiamo conservarlo in frigo per 2 giorni dopo averlo trasferito in contenitori e ricoperto con un'altro filino d'olio; infine possiamo congelarlo in piccole vaschette e.....

BUEN PROVECHO!!!

Nessun commento:

Posta un commento