21 marzo 2015

nella giornata mondiale della poesia

si quieres leerlo en Argentina icon
Amicizia

Non mi chiedere né quando

né come, né perché.
So che quando te ne vuoi accorgere
è già dentro di te.

Ti fregia piano piano.

e goccia dopo goccia,
come su una stalagmite,
va crescendo.

Ti direi che amica

è la scialuppa che ti trae in salvo.
E' un sorriso dal profondo
è un pianto in comune
per ogni attimo che si vive.

E' accettare le differenze,

è trovar riparo.
E' quella mano che ti guida,
quella spinta che ti esorta.

Tu l'hai paragonata

ad un risveglio innevato,
dove non riesci a far altro
che rimanere stupita
ad ammirare.

Io invece ti dico

che la eguaglio al tuo viso,
che porta con sè la tua voce,
e che mi è impossibile
non darle il tuo nome.
Settembre 1995

Nessun commento:

Posta un commento