19 novembre 2014

dulce de membrillo - cotognata

la idéntica receta en Argentina icon


So di essere molto in ritardo pubblicando questa ricetta, come al solito il tempo per scrivere è molto tiranno!, però nel caso ancora qualcuno abbia qualche mela o pera cotogna tra i cassetti si può mettere all'opera, altrimenti per l'anno prossimo già sapete che farci, anzi, vi consiglio di appuntarvelo da qualche parte per non scordarvelo.
Il "dulce de membrillo", qui in italia la cotognata, è un dolce tradizionale argentino, che non solo viene utilizzato per preparare dei dolci, ma viene consumato, da solo, dopo i pasti come dolce, se poi ci aggiungete una fettina di formaggio fresco diventa un capolavoro!.
Quest'anno ho voluto provare a farlo in casa con le cotogne che avevo, il risultato è stato buono, ho ricevuto persino i complimenti dalla mia zia argentina!!!


Vi racconto cosa ho fatto e gli ingredienti che ho usato:

mele o pere cotogne 1 kg; mela 2; zucchero 800 gr; vino bianco ¼ di bicchiere; succo di ½ limone; cannella in polvere.
Il peso delle mele cotogne l'ho calcolato dopo aver sbucciato la frutta, tolto il torsolo e le parti che non erano in buono stato.

Ho tagliato le mele cotogne, così pulite, a pezzetti, lo stesso ho fatto con le altre mele; le ho messe tutte in un tegame ricoprendole con lo zucchero e le ho bagnate con il succo del ½ limone lasciandole a macerare per tutta la notte. Le mele con lo zucchero rilasceranno il loro liquido.
La mattina dopo ho collocato la pentola sul fuoco a fiamma alta ed una volta che ha cominciato a bollire ho aggiunto una spolverata di cannella ed il vino bianco. Ho fatto evaporare ed a quel punto ho abbassato la fiamma rigirando spesso.


Quando le mele sono diventate morbide ho tolto il tegame dal fuoco e con l'aiuto del frullatore ad immersione le ho frullate fino a renderle come un purè.
Ho rimesso la pentola sul fuoco, a fiamma bassa, ed ho lasciato cuocere ancora, girando spesso, fino a quando  è cominciato ad attaccarsi alle pareti della pentola.... come al solito ho fatto la prova del piattino: ho messo un cucchiaino della cotognata ed ho inclinato completamente il piattino, se rimane attaccata è pronta!!


Ho versato il composto in alcuni stampi di vetro, dando dei colpetti qua e là affinché rimanesse ben compatto, lasciando raffreddare a temperatura ambiente ed una volta freddi, due li ho coperti mentre l'altro l'ho sformato con l'aiuto di un coltello e mangiato immediatamente, senza dire  BUEN PROVECHO a nessuno!!!.

Due cose prima di finire:
•  Non chiedetemi perché è venuta così chiara; all'inizio ho pensato che dipendesse dal fatto che avevo messo meno zucchero, poi, come tutti, sono andata alla circa su internet, ma le risposte che ho trovato erano così contraddittorie le une con le altre, che mi è venuto il dubbio che qualcuno ne sapesse più di me!
•  Ho fatto anche della marmellata con le cotogne, ma questo sì, lo vedremo l'anno prossimo!
•  Ed un curiosità, anche se so che non è molto indicato parlare di queste cose mentre si mangia......, la cotognata è molto indicata per chi ha problemi intestinali, per dirla molto delicatamente ha delle proprietà astringenti.

Nessun commento:

Posta un commento