5 giugno 2014

avocado, come riprodurlo

si quieres leerlo en Argentina icon

Quest'inverno ho ricevuto un bellissimo regalo: un seme di avocado e oggi, dopo alcuni mesi dove il seme o nocciolo ha messo le sue radici, lentamente ha germogliato e ha messo le sue prime foglie, finalmente lo ho interrato in un vaso aspettando de vederlo crescere.

Vi racconto come fare per riprodurre questa pianta, anche se non mi sono occupata della parte iniziale, visto che Eusebio e Franca mi hanno regalato il seme di avocado già immerso nell' acqua .......però cercherò di spiegarvi il procedimento effettuato aiutandomi con una foto trovata in internet:



Una volta tagliato a metà il frutto di avocado andremmo a togliere il seme interno e lo laveremo affinché sia più semplice manovrarlo senza che ci scivoli. Introduciamo tres stuzzicadenti, in maniera opposta tra loro, a metà del seme lasciando penetrare ⅓ degli stecchini ed i restanti ⅔ serviranno come appoggio su un bicchiere con acqua, in modo tale che rimarrà sospesso e solo una metà del seme sarà sommersa nell'acqua. Porremmo il nostro bicchiere in una posizione dove riceva molta luce e poco sole diretto, ed a questo punto non dobbiamo fare altro che andar aggiungendo acqua quando vediamo che occorra ed aspettare che germogli...... 






Vi do lo stesso consiglio che ho ricevuto e che sta funzionando perfettamente: Non guardiate le radici, per avere un buon risultato dobbiamo far crescere bene la piantina nella parte superiore; una volta che ha raggiunto ad un'altezza di circa 12-15 cm. vuol dire che è pronta per essere messa in un vaso pieno di terra   


e se vogliamo spostarla dell'interno all'esterno dobbiamo farlo a poco a poco, in modo tale che abbia il tempo per abituarsi al cambio climatico. 
Non appena la pianta cominci a crescere e vediamo che il vaso è diventato ormai piccolo dovremo travasarla in una più grande, operazione che sarà fatta sempre a fine inverno o inizio primavera.  
Una cosa molto importante da non scordare è che l'avocado è una pianta originaria dell'America del centro e del sud, anche se attualmente viene coltivata in molte regioni tropicali del mondo, e proprio per questa ragione a loro piace e cercano il calore e per crescere perfettamente il sole: da ricordasi quando si deciderà dove posizionare la nostra pianta e soprattutto per proteggerla dagli inverni rigidi.

Un'ultima curiosità, leggendo nella mia grande enciclopedia delle piante, frutti e fiori ho letto che l'avocado è una pianta sempreverde e che raggiunge altezze di 10-20 mt., che preferisce terreni fertili e neutri e cosa molto importante che deve essere concimata ed innaffiata abbondantemente durante il periodo di primavera-estate, stando attenti ad evitare i ristagni d'acqua.
Però ho letto anche che riproducendo in questo modo la nostra pianta di avocado non otterremmo dei frutti, bensì semplicemente una bellissima pianta ornamentale!!!!.......adesso dovrò aspettare per vedere chi è nel giusto, se la mia enciclopedia o coloro che dicono che hanno ottenuto dei frutti.....se ci provate anche voi potremmo confrontare i nostri risultati e............
BUON DIVERTIMENTO!!!!!

27.11.2014.........dopo alcuni mesi di poco sole, tanta, ma tanta acqua e due attacchi forti di grandine ecco la mia pianta che, nonostante tutto, continua a crescere

Nessun commento:

Posta un commento