15 aprile 2014

specialmente ad aprile

si quieres leerlo en Argentina icon


In questo pomeriggio così strano di primavera, guardando fuori dalla finestra, come non pensare a questa canzone di Joan Manuel Serrat:


Specialmente ad aprile
si fa strada la vita.
Cicatrizzano le ferite
ed al cuore, come al sole,
gli si rallegra lo sguardo
e si apre cammino tra le nuvole.
Al paesaggio gli salgono
i colori al viso.

E si desidera andare ovunque
a nuotare contra corrente.
Ad aprile specialmente
- a Buenos Aires, ottobre -.

Si prega il signor "tal dei tali"
- dice la voce della conscienza ferita gravemente -
che faccia il piacere di presentarsi
urgentemente all'uscita.


Che il giorno più inaspettato
e ad ogni modo,
nel luogo più imprevisto
può apparire la primavera.

Specialmente ad aprile
la ragione si indisciplina
e come una stella filante
si aggroviglia là fuori.


Vanno cercando dei nascondigli,
soffocate, le coppiette.
Fanno piani e si lasciano
trasportare dalle emozioni.
Senza attendere, imprudenti,
il consiglio di Neruda:
"perché le nevicate sono più rigide
ad aprile, specialmente".

Nessun commento:

Posta un commento