17 aprile 2014

Ciotoline di cioccolato





la idéntica receta en Argentina icon
Giorni fa, curiosando qua e la, ho inciampato con una foto che ha fatto accendere la "lampadina di idea" nella mia testa, idea da copiare naturalmente......
Mi è piaciuta non solo per presentare a tavola come coppetta dove servire le fragole con la panna, ma anche come idea regalo.

Molto velocemente vi racconto come ho fatto; non fatevi ingannare dai palloncini, che non è carnevale!!! 


Per fare 4 ciotoline:
Cioccolato fondente più o meno 200 gr.; palloncini 4; olio di semi per inumidire.


Mentre facciamo sciogliere la cioccolata a bagnomaria, gonfiamo i palloncini, più o meno dalla grandezza che vogliamo dare alle ciotoline; passiamo sopra ognuno un panno bagnato leggermente con l'olio affinchè poi sia più facile poter staccarli; attenti a non esagerare, deve essere solo una leggera pellicola, altrimenti otterremo l'effetto contrario.
Lasciamo intiepidire il cioccolato, se non vogliamo vederlo volare tutto intorno a noi, per lo scoppio del palloncino!!!  
Immergiamo prima la parte inferiore del palloncino e dopo lo facciamo girare nel cioccolato; alziamo, lasciando scolare l'eccesso. Con un cucchiaio formiamo, su carta da forno, un circolo con un po' di cioccolato per fare la base, e collochiamo sopra il palloncino facendo una leggera pressione, Ripeter la stessa operazione per ogni palloncino. 






Una volta finito, portiamo in frigo per minimo tre ore prima di sgonfiare i palloncini: questa operazione va fatta molto lentamente al fine di non farli rompere.
Fatto; adesso abbiamo risolto anche in che modo servire la frutta!!!   

16 aprile 2014

Uova sode su un prato di insalata

la idéntica receta en Argentina icon
Sta arrivando Pasqua, e non credo di essere l'unica che sta organizzando il suo menù.
Non so se in altre parte del mondo si ha la nostra stessa tradizione di preparare le uova sode per il giorno di Pasqua; questa usanza ha radici molto antiche, molto prima delle "uova di cioccolato con sorpresa"!!!!.  Mio marito mi racconta che, quando lui era molto piccolo, il venerdì santo si raccoglievano solo le uova deposte quel giorno, ed il giorno seguente, si portavano a benedire alla messa di mezzanotte, dopo che le campane venivano sciolte, per poi regalarle e mangiarle a colazione; così cominciava la domenica di Pasqua..... 

Adesso è rimasta solo l'abitudine di servirle prima di iniziare il pranzo, ed io ho pensato che potevo presentarli in una maniera alternativa e simpatica e soprattutto di facile e veloce preparazione:


Uova 1 a persona; pomodorini 1 per ogni uovo; maionese; insalata.


Mentre facciamo bollire le uova, tagliamo la parte superiore dei pomodorini e , con l'aiuto di un coltello, andremo a svuotarli dalla polpa e dai semi, stando attenti a non romperli; li lasceremo sgocciolare, pancia in giù, mettendoli del sale fino tutto intorno nella parte interna affinchè perdano tutto il loro liquido.
Una volta che le uova si sono raffreddate e le abbiamo sgusciate, tagliamo appena appena la base per far si che si reggano "in piedi"; metteremo sopra i pomodori, a mò di cappello, e, con l'aiuto di una piccola siringa, li faremo dei puntini con la maionese.
A questo punto dobbiamo solo tagliare l'insalata a striscioline, che metteremo sul fondo del piatto, e sopra andranno i nostri funghetti!!
Allora, l'antipasto è pronto, vediamo che altro preparare...... 

15 aprile 2014

specialmente ad aprile

si quieres leerlo en Argentina icon


In questo pomeriggio così strano di primavera, guardando fuori dalla finestra, come non pensare a questa canzone di Joan Manuel Serrat:


Specialmente ad aprile
si fa strada la vita.
Cicatrizzano le ferite
ed al cuore, come al sole,
gli si rallegra lo sguardo
e si apre cammino tra le nuvole.
Al paesaggio gli salgono
i colori al viso.

E si desidera andare ovunque
a nuotare contra corrente.
Ad aprile specialmente
- a Buenos Aires, ottobre -.

Si prega il signor "tal dei tali"
- dice la voce della conscienza ferita gravemente -
che faccia il piacere di presentarsi
urgentemente all'uscita.


Che il giorno più inaspettato
e ad ogni modo,
nel luogo più imprevisto
può apparire la primavera.

Specialmente ad aprile
la ragione si indisciplina
e come una stella filante
si aggroviglia là fuori.


Vanno cercando dei nascondigli,
soffocate, le coppiette.
Fanno piani e si lasciano
trasportare dalle emozioni.
Senza attendere, imprudenti,
il consiglio di Neruda:
"perché le nevicate sono più rigide
ad aprile, specialmente".

11 aprile 2014

La vita degli agnellini.......

si quieres leerlo en Argentina icon
Ieri son dovuta andare in città per degli impegni; era già da un bel po' di tempo che non passeggiavo, una mattinata intera, in centro. Camminavo come al solito molto di fretta, però guardando, con la coda dell'occhio,  vetrine e vetrine di ogni genere di negozio; le prime vetrine mi hanno destato curiosità, però, già dopo 200 metri, ho percepito molto chiaramente  il motivo perchè mai ho sentito la nostalgia di aver abbandonato questa vita: il fatto di sentirti bombardata da ogni dove da mille oggetti, presentati così magistralmente che ti è quasi impossibile non guardarli, sentendo così forte quell'imperativo che ti fa desiderare di acquistare per sentirti felice e realizzata. E più camminavo e più mi sentivo oppressa, ed è solo tornando verso casa che all'improvviso ho ripreso a sorridere e a sentirmi in pace con me stessa e con il mondo.


Ho fermato la macchina, ho respirato profondamente e ....... come non rimanere incantata guardando quel musino!!!!  una tenerezza incredibile.



Stava lì tranquillo, insieme con gli altri, prendendo il sole, riposando, cercando la sua mamma per mangiare ed ogni tanto balzando qua e là, saltando, giocando ed imparando a riconoscere le erbe........



Siiiii, mi sono riempita gli occhi e soprattutto il cuore di questa felicità, di queste emozioni, che non sò come spiegarle; riesco solo a dire che di nuovo mi son sentita viva; ho sentito di far parte di un universo così semplice e così naturale, è soprattutto così reale!!!


9 aprile 2014

como riprodurre le fragole

si quieres leerlo en Argentina icon
 In questa stagione, nell'emisfero nord, sono molti i lavori da fare se vogliamo veder nascere le nostre piante ed i loro frutti a primavera-estate.....per chi abita nell'emisfero sud dovrà aspettare altri 6 mesi buoni!!!  
Dopo l'approccio con l'aglio, ho pensato di continuare con una pianta che ha bisogno proprio di lui, visto che l'aglio svolge un'azione protettiva contro i parassiti e le malattie di origine fungina; e poi ho tenuto conto che è una pianta che si adatta benissimo a crescere in vaso sul nostro balcone e per ultimo perchè è una pianta che vi farà vedere rapidamente tutto il suo ciclo vitale:

 la FRAGOLA.

Per iniziare consiglio di comprare delle piantine da trapiantare che in poche settimane vi daranno già i primi frutti. Bisogna solo decidere da quante piantine cominciare, (mio marito me ne ha regalate dieci piante, sa benissimo quanto mi piacciono!!), visto che dobbiamo tenere presente che è una pianta che si riproduce por divisione di stoloni.......tranquille, sceglierete successivamente a quante altre piantine dare vita. 


 E qui abbiamo le nostre fragole che cominciano a crescere

Non appena finiranno di  fiorire e di dare frutti le nostre piante formeranno dei fusti striscianti, il termine esatto è "stoloni", che a contato con la terra radicheranno e poi germoglieranno, e queste saranno le future piante. Possiamo farle radicare sia in altri vasi oppure direttamente in piena terra, si attaccheranno facilmente.


Come potete vedere, ho avuto diverse "piante figlie", che ho messo separatamente in diversi vasi e vasetti.
Le ho lasciate mettere radici e svilupparsi prima di separarle dalla pianta madre. 


L'epoca più indicata per tagliare "il cordone ombelicale", dopo che le piantine sono ben cresciute,  è a fine autunno, inizio inverno. E solo ad inizio  primavera li trasferiremo in vasi più grandi oppure in piena terra.

Generalmente nello stesso stolone si sviluppano due o tre germogli.  Se vediamo che li stoloni sono troppi, è sufficiente tagliarli alla base e scartarli. 


Iniziamo la nostra produzione!!!!

  
Questo è stato il mio risultato finale!!

8 aprile 2014

Rimedi naturali ed ecologici per le nostre piante


si quieres leerlo en Argentina icon
Continuo a mantenere il mio compromesso di mantenere libero da pesticidi non solo il mio giardino bensì anche il mio orto in ogni modo mi sia possibile, e vado sempre alla ricerca di nuove soluzioni.
Qui condivido con voi alcuni rimedi casalinghi che utilizzo per combattere gli afidi, la mosca bianca y la cocciniglia.

Prima di tutto pero, dobbiamo avere presente tre fattori fondamentali:
1) che le nostre migliori alleate contra questi insetti dannosi sono le "coccinelle"  e per questo non dobbiamo vederle come nemiche bensì dobbiamo proteggerle.
2) che queste soluzioni avranno effetto negativo anche sugli insetti "utili", quindi spruzzare con molta parsimonia e solo dove occorre; evitando di farlo sulle infiorescenze che saranno visitati da altri insetti. 
3) Non effettuar le nebulizzazioni negli orari più caldi del giorno; il momento migliore è la mattina molto presto o al tramonto. 

  • Cipolla 150 gr., aglio 100 gr., rosmarino ed acqua 10 litri.  Tagliamo la cipolla, senza sbucciarla, a pezzetti un po' grandi che andremmo a mettere in un contenitore con l'aglio schiacciato ed un ramo di rosmarino fresco e sopra versiamo l'acqua. Lasciamo macerare per tre giorni, filtriamo e mettiamo in uno spruzzatore per irrorare le foglie affette delle piante.
  • Sapone di Marsiglia 50 gr., olio di mais 50 ml e acqua 3 litri.  Grattugiare o tagliare molto piccolo il sapone che metteremo in un recipiente versandovi sopra l'acqua che avremmo mischiato con l'olio  dandogli un bollore anticipatamente. Mischiamo fino a quando il sapone non si sciolga, lasciamo raffreddare ed il nostro insetticida è pronto per essere utilizzato con un nebulizzatore.
  • Cenere di legna. Sparsa sul terreno frequentemente ci aiuterà a liberarci dalle lumache nude ed anche dalle chiocciole, oltre ad essere un perfetto fertilizzante per la terra. Ideale per le piante di fragole, dalle quali questi molluschi gasteropodi sono molto ghiottoni!!!
  • Ortica fresca 100 gr. ( secca 200 gr.) ogni 10 litri d'acqua. Mettere l'ortica in un recipiente preferibilmente di legno o di cemento, l'importante è che non sia metallico che andrà ad alterare la fermentazione, ed aggiungere l'acqua lasciando macerare al sole per due giorni. Filtrare bene, in modo tale che non rimangano residui che potranno ostruire il nebulizzatore. Se non dovessimo utilizzare tutti i litri preparati, possiamo lasciare l'ortica nella sua acqua per altre settimane e questo potremmo utilizzarlo come fertilizzante radicale per le nostre piante. 
  • Equiseto fresco 100 gr. ( secco 150 gr.) ogni 10 litri d'acqua. Mettere l'equiseto in un recipiente preferibilmente di legno o di cemento, l'importante è che non sia metallico che andrà ad alterare la fermentazione, ed aggiungere l'acqua lasciando macerare al sole per 15-20 giorni fino a che non si sia completamente disciolto. Filtrare bene e  spruzzare.
  • Timo 100 gr. ogni 10 litri d'acqua. Mettere a macerare il timo nell'acqua per 2-3 giorni. Filtrare bene e  spruzzare.
Mentre se vogliamo un buon macerato per la prevenzione e la lotta ai funghi ci viene in aiuto l'achillea, che dovremmo raccogliere durante l'estate quando la pianta fiorisce:
  • Achillea 200 gr di foglie fresche (secche 20 gr) ogni 10 litri d'acqua. Versare 1 litro d'acqua in un recipiente ed aggiungere le foglie di achillea; coprire il recipiente e lasciarlo alla luce del sole a macerare per due settimane, mescolando il composto ogni tanto. Una volta finito di schiumare il composto è pronto per essere filtrato molto bene e diluito con 9 litri d'acqua prima di essere spruzzato sulla vegetazione degli ortaggi o della frutta.  
Spruzzatori


Semina d'aglio tra le fragole con cenere di legna sparsa
         

In questi ultimi tempi sto scoprendo l'associazione delle piante, che non solo sono di grande aiuto per tenere lontani gli insetti nocivi, bensì che, come le persone, alcune si trovano meglio nelle vicinanze di certe e peggio con altre per crescere meglio.
Nella difesa degli insetti dannosi queste piante possono darci una mano: 

 Aglio :  è un ottimo pesticida ed è il RE dell'orto: piantato tra gli ortaggi o fra le fragole, o sotto  le rose sarà un buon repellente per gli insetto. Protegge dalla malattie dell'oidio e della muffa grigia. 

► Artemisa :  un importantissima pianta nella lotta contro la malaria ed oggi studiata per curare il cancro; nel nostro orto è una alleata contro la cavolaia o farfalla bianca dei cavoli. 

 Basilico :  allontanerà dai pomodori, melanzane o peperoni gli afidi, la mosca bianca e le cimici.  
► Calendula :  mette in fuga tutte le piaghe del nostro orto, afidi, cimici e le larve degli ortaggi.
Da tenere ben presente che la sua presenza attira i benefici "sirfidi" che, essendo carnivori, si nutriranno degli affidi dei dintorni!

► Cipolla :  E' la regina dell'orto: tiene lontane le malattie dell'oidio nei frutteti ed è perfetta contro la mosca della carota e la mosca del sedano e contra la farfalla del porro.

► Fagioli :  come la melanzana ed il lino lavora contro la tignola della patata.

► Lavanda :  che oltre ad essere bella e profumata è un buon repellente contro gli afidi ed i funghi.

► Lino :  alleato conto la tignola della patata.

► Melanzana :  una buona amica contro la tignola della patata.

► Nasturzio o cappuccina: un antibiotico naturale: tiene lontano gli afidi dei cavoli, dei cavolfiori e dei broccoli; contro gli afidi lanigeri delle rosacee; utile contro le cimici nelle zucchine e le larve della zucca. 

► Ortica : questa pianta, oltre a servirci per fare il macerato, se la lasciate crescere vicino all'orto o al giardino sarà un buon riparo per le coccinelle dove cresceranno e si riprodurranno.                    
► Petunia :  un ottimo alleato contro gli insetti delle piante di fagioli; protegge le patate dalla dorifora .

► Pomodoro :  questa pianta già solo con la sua presenza tiene lontano l'altica o pulce di terra, la mosca del cavolfiore e le mosche in generale; ho letto che macerando il fusto e le foglie si ottiene un buon antiparassitario (non posso confermarlo, non lo ho provato ancora) 

► Prezzemolo :  allontanerà dai pomodori, melanzane o peperoni gli afidi, la mosca bianca e le cimici. 

► Rosmarino :  mantiene lontano la mosca bianca del cavolfiore e la mosca della carota; dicone che ha effetto contro i ragni allo stesso modo che il timo, io non posso affermarlo completamente!

► Salvia :  mantiene lontano gli afidi, la mosca bianca del cavolfiore e la mosca della carota.

► Sedano : limiterà i danni provocati dalla mosca bianca e dalla farfalla del porro e della cipolla tenendoli lontano. 

► Spinacio :  una buona amica per la cipolla che la difenderà dall'altica o pulce di terra.

► Tagete :  è il guerriero più attivo contro ogni insetto. Viene usato con successo per combattere i nematodi delle patate ed il tonchio delle fave; e contro la mosca bianca dei pomodori.  Anche la sua presenza attrae i benefici "sirfidi" che, oltre ad essere utili per l'impollinazione, si occupano degli afidi!

► Timo :  ha le stesse proprietà del rosmarino..

1 aprile 2014

PESCE D'APRILE

si quieres leerlo en Argentina icon


Il primo di Aprile, in Italia, rappresenta quello che in Argentina, e nei paesi ispanici, è considerato il Giorno degli innocenti, e che si festeggia il 28 di dicembre.

Sembrerebbe che lo scherzo di attaccare un pesce di carta dietro la schiena degli amici, senza che questi se ne accorgano, lasciandoli andare in giro con il marchio della loro "innocenza", derivi da un avvenimento successo nell'antichità, si racconta: Cleopatra sfido a Marco Antonio ad una gara di pesca e lui, pur di non perdere, si fece attaccare sul suo amo una preda bella grande. Sembrerebbe che Cleopatra se ne sia accorta e di tutta risposta mando ad attaccare sull'amo di Marco Antonio un pesce finto........

 E, con questa notizia, finisce il mio tentativo di diventare una Blogger.

Grazie a tutti voi che mi avete sostenuto in questo anno, è stata una bellissima esperienza!!!