29 dicembre 2014

presepe vivente

si quieres leerlo en Argentina icon

A Vicoli, nell'antico borgo medioevale racchiuso attorno al castello di questo paesino collinare così suggestivo, ieri sera la magia nuovamente ha preso vita ed ha svegliato in me quell'eterna bambina che porto dentro rimanendo stupita, meravigliata, sorpresa, incantata, e via via che mi addentravo di più, provavo un infinità di altre emozioni sempre in crescendo......

Dire di aver assistito ad una rappresentazione itinerante percorrendo le vie e la vita di una Israele ai tempi della nascita di Gesù, realizzata da più di 150 figuranti in costume che recitano, dove vi é un susseguirsi di intrecci tra la realtà di quei tempi, minuziosamente curata, e le tradizioni antiche del nostro Abruzzo, è molto ma molto limitativo.

 
Ieri sera si è acessa nuovamente quella grande macchina chiamata "impegno", da parte degli abitanti e delle associazioni culturali del comune e dei comuni vicini, che riesce a trasmettere emozioni, tanto calore umano, gioia, serietà combinata al divertimento,......... che ti fa scordare completamente il "tutto" per vivere a pieno in quel sogno di fratellanza che tutti vorremmo vivere.
Perchè se è vero che anche allora la vita non era facile per nessuno; dove le differenze tra la vita dei nobili e del popolo erano molto marcate; dove la giustizia non sempre era giusta; dove vi era fame e malattie; dove...........dove alla fine, però, c'era la speranza che con la nascita di Gesù la pace e la fratellanza potesse arrivare per tutti..........  

piccoli attimi strapolati mentre percorrevo questo magico Presepe.........  video Presepe Vivente a Vicoli  

23 dicembre 2014

mandorle alla cioccolata - mandorle atteratte

la idéntica receta en Argentina icon
 In Italia, come ho già detto altre volte, ogni regione ha le sue tradizioni culinarie e non poteva non essere lo stesso per i giorni di festa.
Per la Vigilia e Natale porto avanti le tradizioni abruzzesi che ho imparato negli anni, però a Natale, nella mia tavola, non possono mancare le mandorle alla cioccolata. Ricetta tipica pugliese, insegnatami tantissimi anni fa da mia zia che abita a Foggia.
E' un dolce molto semplice però che merita tutta la nostra attenzione.
 Gli ingredienti che ci servono per realizzare 28 pirottini sono solo due:

mandorle sgusciate 500 gr; cioccolata fondente 400 gr.

La nostra prima operazione sarà quella di sbucciare le mandorle: Mettiamo dell'acqua in una pentola ed una volta che bolle vi tufferemo le mandorle fino a che riprendano un leggero bollore; le scoliamo e, senza farle raffreddare, molto facilmente togliamo loro la pellicina scura. Una volta finito le collochiamo in una piastra da forno ad asciugare per alcuni minuti, senza farle tostare però.

 Faremmo sciogliere la cioccolata a bagnomaria e ci verseremo le mandorle rigirando bene fino a che si ricoprano completamente con il cioccolato e immediatamente, senza farle raffreddare assolutamente, prenderemo un cucchiaio di mandorle cioccolatate e con l'aiuto di un cucchiaino le faremo scivolare negli stampini di carta e.............

 


TANTI AUGURI!!!!!!

22 dicembre 2014

pandoro con dulce de leche e caramello

la idéntica receta en Argentina icon
In questo periodo dove, fra i vari doni che ci si scambiano, c'è un via vai di panettoni e pandori, che io cerco sempre di rinnovarli per presentarli a tavola in un modo alternativo e questo è uno di quelli più sbrigativo, semplice e veloce.

Tra gli ingredienti naturalmente abbiamo il

pandoro; dulce de leche; porto; caramello e zucchero a velo.
Al posto del porto possiamo benissimo utilizzare la marsala oppure il vin dolce.

Tagliamo in lungo 4 fette di pandoro facendo in modo di darle una forma rettangolare. Adagiamo la prima fetta direttamente sul piatto da portata e la bagniamo con il porto leggermente allungato con qualche goccia d'acqua. Spalmiamo sopra del dulce de leche e ripetiamo la stessa operazione con gli altri strati.
 
Sull'ultima fetta faremmo scendere una bella pioggia di zucchero a velo e decoreremo con del caramello già pronto....che possiamo sostituire con della cioccolata e.....
il DOLCE é FATTO!!!!

panocchie ripiene al forno

la idéntica receta en Argentina icon
Come sarà il vostro menù della Vigilia di Natale: tradizionale o innovativo?
Nella mia Granja si cerca di portare avanti quelle che sono le tradizioni, pero io, che sono più per le novità, tendo sempre ad inserirci qualcosa di diverso......ancora decido bene cosa però!!!
Questo piatto potrebbe essere indicatissimo visto che rimaniamo nelle tradizioni della cucina abruzzese e di sicuro sarà di buona compagnia all'immancabile baccalà .... nel caso vi possa servire come idea vi dico quali sono gli ingredienti che ci servono per prepararlo:


panocchie; pan grattato; prezzemolo; vino bianco e olio d'oliva.

Tagliamo il dorso delle panocchie in tutta la loro sua lunghezza, partendo dalla coda fino ad arrivare alla testa. Sembra difficile a farsi ma vedrete che il guscio è molto morbido e si taglia senza difficoltà.
Prepariamo in un piatto il ripieno con il pan grattato, il prezzemolo tritato e una bella spruzzata di olio d'oliva; c'è chi ci aggiunge un uovo per amalgamare ancora meglio, personalmente, con il pesce, preferisco non mischiare troppi ingredienti altrimenti si va a coprire il loro ottimo sapore.
Apriamo bene la schiena delle panocchie e le farciamo internamente con il pan grattato.
 
Le adagiamo in una teglia da forno e le irroriamo con l'olio d'oliva e le bagniamo con il vino bianco prima di infornarle per circa 10-15 minuti. E se non volete prepararle per la Vigilia, cucinatele in qualsiasi momento che troviate questi squisiti crostacei freschi e.......
BUEN PROVECHO!!!

19 dicembre 2014

pionono ripieno in due versioni

la idéntica receta en Argentina icon
E per concludere con le idee per l'antipasto vi propongo il pionono, un piatto tipico argentino con il quale faccio sempre colpo qui in Italia....dovuto, credo, al suo sapore dolce-salato che lo rende così particolare.
Il pionono può essere sia presentato come dolce (farcito con dulce de leche e volendo poi ricoperto con un bagno di cioccolato) che come salato e anche qui possiamo sbizzarrirci sul modo in cui farcirlo.

Io vi propongo due versioni, per la prima      ci servono:

Pionono 1; prosciutto cotto 100 gr. scarsi; sottilette 6-8; olive verdi; uova sode 3; maionese. 

Una volta srotolato il pionono (impasto base come farlo) lo spalmeremo tutto quanto con abbondante maionese, non scarseggiate con essa altrimenti vi rimarrà un po' asciutto. Snoccioliamo le olive verdi, le tritiamo molto bene e le spargiamo sulla maionese; ci adagiamo il prosciutto cotto, sopra le sottilette ed infine le uova sode tagliate a rondelle. Se volete provare qualcosa di un po' insolito potete aggiungere i "palmitos", che altro non sono che il cuore della palma; oggi si trovano nei supermercati facilmente.

Una volta finito andremmo ad arrotolarlo delicatamente facendo una leggera pressione per far si che si compatti e lo avvolgiamo con uno strofinaccio umido.
 Portate in frigo e lasciatelo raffreddare bene prima di tagliarlo e di servirlo.

Nella seconda versione gli ingredienti che ci occorrono sono:
pionono 1; tonno 1 scatola da 240 gr.; peperoni arrosto rossi; olive nere; maionese.

Sgoccioliamo il tonno e lo schiacciamo con un forchetta fino a renderlo cremoso; ci aggiungiamo la maionese e li amalgamiamo molto bene e questa crema la spalmeremo sul pionono. Sopra ci disponiamo le olive nere tagliate a rondelle ed i peperoni arrosto. Lo arrotoliamo e lo avvolgiamo sempre nello strofinaccio umido prima di portarlo in frigo.

 Vi do due consigli: 1° non farcitelo completamente fino in fondo altrimenti quando lo andrete ad arrotolare il ripieno tenderà ad uscire fuori.  2° preparatelo il giorno prima si insaporirà di più.

a  VOI  la  SCELTA!!!!!

pionono impasto base, come si fa

la idéntica receta en Argentina icon
Il pionono è una pasta biscotto molto usata in Argentina, dove si trova già pronta nei negozi, per preparare sia dei dolci che per fare dei rotoli salati.
Ma è anche semplicissima da fare in casa, e come sempre, il sapore ed il profumo che emana mentre lo si prepara sono unici!!!
Gli ingredienti che ci servono sono:

uova 4; zuchero 70 gr.; farina oo  40 gr.; lievito in polvere per dolci 1 cucchiaio da te abbondante; sale un pizzico.
Come prima cosa accendiamo il forno a 200 °. Separiamo i tuorli dagli albumi, quest'ultimi li montiamo a neve con un pizzico di sale mentre ai tuorli aggiungiamo lo zucchero e sbattiamo molto bene fino a quando diventino di colore molto chiaro, quasi come il limone e a questo punto vi aggiungiamo le chiare a neve. A parte mischiamo la farina con il lievito e lo incorporiamo alle uova con dei movimenti avvolgenti molto lentamente.
Su placca da forno mettiamo della carta da forno e ci stendiamo l'impasto livellandolo delicatamente con una spatola liscia e piatta e portiamo in forno a 200° per 8 minuti, si deve appena appena colorare la parte superiore. Togliamo dal forno e lo adagiamo su uno strofinaccio umido, dal lato della carta, arrotolandolo immediatamente; questo farà si che la pasta rimanga umida e che abbia già la sua forma senza spezzarsi. Se dobbiamo utilizzarlo come dolce ci spolveriamo sopra delle zucchero e poi arrotoliamo.

 
Il pionono è pronto per essere farcito!!!

18 dicembre 2014

cocktail di gamberetti , ananas e olive

la idéntica receta en Argentina icon
Per un antipasto veloce da preparare per la Vigilia di Natale ho pensato ad una variante del solito cocktail di gamberetti. In questo caso ho utilizzato ingredienti confezionati ma possiamo benissimo usare i gamberetti e l'ananas freschi.

Gli ingredienti che ci servono sono:

gamberetti; ananas; olive farcite;insalata e olio d'oliva.
Per la salsa: maionese; panna.

Prepariamo la salsa mischiando la maionese con la panna ( nella proporzione di 4-5 cucchiai di maionese e 1 di panna) ed amalgamiamo bene, volendo insaporire ancora di più la salsa possiamo aggiungere qualche goccia di salsa worcester e qualche spruzzetto di ketchup, facendo in questo modo una mezza salsa rosa.
Tagliamo l'ananas a pezzetti, le olive a rondelle e mettiamo il tutto in una ciottola, uniamo i gamberetti, irroriamo con dell'olio d'oliva e rigiriamo. Laviamo e tagliamo piccola l'insalata che andremmo a sistemare sul fondo delle coppette adagiandoci sopra l'ananas con i gamberetti e le olive ed infine ricoprendo con la salsa.

 
 SEMPLICISSIMO NO???

16 dicembre 2014

rotolo di mozzarella farcita con prosciutto e radicchio

la idéntica receta en Argentina icon


Pensando ai menu da preparare per le feste ho cominciato proprio da un antipasto semplicissimo e leggero che da un po' di freschezza prima di cominciare con le portate più sostanziose.
La sfoglia di mozzarella si trova nei caseifici, di norma bisogna ordinarla il giorno prima; ci sono quelli industriali, però il sapore cambia di molto; poi ho letto che c'è chi compra la mozzarella la fa scogliere e poi appoggiandola sulla carta da forno ci passa sopra il mattarello stendendola pero di questo non ho proprio idea??!!.
Io l'ho farcita molto semplicemente visto che sarà l'inizio di un grande pranzo, ma potete usare come sempre la vostra fantasia perché si adatta ad ogni tipo di ripieno e se volete servirla per la Vigilia di Natale al posto del prosciutto potete utilizzare il salmone affumicato o anche il tonno.

Vediamo gli ingredienti:
sfoglia di mozzarella; prosciutto crudo e radicchio.

Stendiamo sul tavolo la sfoglia in tutta la sua ampiezza, la ricopriamo con le fette di prosciutto ed infine il radicchio tagliato.



Arrotoliamo per bene e lo avvolgiamo con la carta da forno o se preferite con la pellicola di plastica o con l'alluminio, la cosa importante è che lo lasciate in frigo per la notte, così il giorno dopo quando lo andrete a tagliare sarà perfetto e.........

 

questo è solo l'inizio!!!!