10 ottobre 2013

Trofie al pesto con patate e faggiolini







la idéntica receta en Argentina icon
Se vi stavate chiedendo cosa fare con il pesto genovese, oltre a condire i gnocchi, le linguine, le trenette o di spalmarlo su una fetta di pane, vi farò vedere cosa ho preparato ieri......e spero, a questo punto, di avervi messo tanta curiosità, da non lasciarvi altra  alternativa che seminare il basilico!!!

La pasta tradizionale per essere condita con il pesto sono le "trofie", specialità tipica di Genova e di tutta la Liguria, una pasta che prima tutte le donne liguri facevano a casa: amassando farina e acqua, senza uova; tradizione che oggi si è persa lasciando il posto alla preparazione industriale.

 Per questa preparazione oltre alle trofie ed al pesto ci occorrerànno:
2 patate medie; 150 gr di faggiolini ( io sono stata fortunata ad avergli ancora trovati, anche se la staggione ormai è finita) ed il sale.

 Dopo aver sbucciato e lavato le patate le tagliaremo a tocchetti; mondiamo i faggiolini togliendo le estremità ed il filo e spezzettandoli. In una pentola con acqua bollente salata, vi immergeremo, insieme, prima le patate per 7 minuti, dopo i faggiolini per una diecina di minuti ed infine le trofie.

 ( I tempi di cottura delle verdure vanno considerati in base al tempo di cottura della pasta, tenete conto che per le trofie che io ho utilizzato è stato sufficiente 6 minuti).

 Una volta che la pasta è cotta, scoleremo il tutto e lo condiremo con il pesto, e se  fosse necessario lo si può ammorbidire con dell'acqua di cottura (lasciata precedentemente da parte affinché si raffreddi). Mescoliamo bene, e a piacere si può aggiungere altro parmiggiano grattuggiato sopra e...


BUEN PROVECHO!!!!

Nessun commento:

Posta un commento