9 settembre 2013

Pomodori ripieni al cartoccio



la idéntica receta en Argentina icon 
L'estate ci porta tante di quelle verdure ed ortaggi che ti chiedono di farli ripieni o di reinventarli in mille modi al forno.....ecco! è d'estate..... e fai finta di non sentirli, perchè l'ultima cosa che tu vorresti fare è di accendere il forno!!!!
Però oggi, come farsi sfuggire una giornata così fresca?
I pomodori sono lì che ti guardano.....
 Dai, al lavoro, vediamo cosa ci serve per prepararli :


Scegliamo dei pomodori che siano di una misura media, calcoliamo 2 a persona ( io ne conto anche 3 i miei se li divorano!); 
Per il ripieno di 8 pomodori: 100 gr. di pangrattato; 60 gr. circa di grana grattugiato; 100 gr. di speck; 1 ciliegina di mozzarella x ogni pomodoro;  una bella spolverata di erbe aromatiche tritate ( io utilizzo il prezzemolo, basilico e maggiorana) ; olio di oliva e sale. 

Come prima cosa andremo a tagliare la calotta dei pomodori, li svuoteremo e salandoli leggermente all'interno li capovolgeremo per farli scolare.
Nel frattempo prepariamo il ripieno, in una ciotola uniamo il grana, il pan grattato, lo speck tritato grossolanamente, le erbe tritate e dell'olio d'oliva che ci servirà per amalgamare bene il tutto. Io personalmente non aggiungo del sale al ripieno, voi provate, la prima, volta a non aggiungerci troppo e la prossima deciderete.
Con questa farcia riempiamo i pomodori a metà ed inseriamo una ciliegina (va bene anche tagliare a cubetti la mozzarella) e finiamo di riempirli.

A questo punto tagliamo della carta da forno ed appoggiamo al loro centro il pomodoro a cui andremo ad irrorare dell'olio prima di coprirlo con la sua calottina.
Chiudiamo bene il cartoccio e lo leghiamo con della rafia.
Una volta che li abbiamo chiusi tutti e sono stati messi in una pirofila sono pronti per essere cotti in forno caldo a 180° per una venti di minuti circa.
Serviteli chiusi nei cartocci, dove ognuno aprendo scoprirà la sorpresa!!, e mangiateli sia caldi che freddi....buoni in tutti i due modi.
Per un tocco in più, al posto di chiudere i cartocci con la rafia, si possono utilizzare degli steli di erba cipollina: dopo averli lavati li tuffiamo per pochi secondi in acqua bollente, li lasciamo asciugare su di un canovaccio prima di utilizzarli.
Un consiglio: dato che questo modo di legarlo è solo estetico, vi consiglio di sovrapporre alla rafia li steli di erba cipollina una volta già cotti i pomodori..... altrimenti gli steli si bruceranno, durante la cottura in forno, rimanendo neri...!!!


Una curiosità: ho visto questo link, molto completo, per chi vuole sapere che cos'è lo speck, da dove proviene e tante altre informazioni.
E adesso sì.........
BUEN PROVECHO!!!!!

Nessun commento:

Posta un commento