18 luglio 2013

tolli d'aglio con uova strapazzate

la idéntica receta en Argentina icon

Quando sono venuta a vivere qui ho imparato e scoperto tante nuove realtà e culture di vita e, perche no, anche tante alimentari; molte mi hanno sorpresa e questa è stata una di loro.
E' stato proprio nei primi tempi che ero arrivata che mia suocera preparò questo piatto e me lo offrì. La mia prima reazione è stata quella di rifiutare dato che io e l'aglio non abbiamo un rapporto ottimale; vinto il primo impatto, e solo per educazione, decisi di servirmi una piccolissima porzione......dopo non ho sentito nessuna vergogna nel mangiare tutto quello che c'era sul piatto di portata, senza lasciare niente per gli altri! Il sapore è così delicato che ti fa scordare di essere aglio e soprattutto non crea problemi di digestione, cosa fondamentale.
E' un cibo molto semplice, come molte piatti contadini, pero che ha tutto il sapore genuino della terra. Mi auguro che sia la stessa gradita sorpresa anche per voi.

Gli ingredienti sono pochissimi:   
                                     Steli dell'aglio, uova, olio d'oliva e sale
 

 Questi sono i nostri steli d'aglio, e che qui chiamano in dialetto "Tolli"; li tagliamo ad una lunghezza di circa 4 cm., cominciando della parte inferiore verso sopra, eliminando la cima che è dura.
Dopo averli lavati, in un tegame, faremo riscaldare appena dell'olio d'oliva, aggiungiamo i "tolli" e li faremo stufare a fuoco medio, prima che cambino colore aggiungiamo le uova, salando il tutto e girando per far si che le uova diventino strapazzate. Appena il tempo che le uova prendano corpo ed il piatto è pronto......semplice e velocissimo.

       Un consiglio, se volete che il sapore dei tolli sia ancora più delicato è sufficiente farli fare un piccolo bollore prima di cuocerli.

E' la prossima vi darò un'altra ricetta, sempre con i tolli, ancora più originale: tolli d'aglio, carciofi e fichi con uovo.
Per adesso......
Buen provecho!!!!!

Nessun commento:

Posta un commento