18 luglio 2013

Aglio, come riprodurlo

si quieres leerlo en Argentina icon
Nel mio primo contatto con l'orto, il tentativo iniziale è avvenuto con l'aglio, cosicchè non posso cominciare quest'angolo con un'altro argomento!!!....
Mi sembrava così semplice ed allo stesso tempo così affascinante l'aver scoperto che con gli stessi spicchi d'aglio potevo ottenere tanti agli quanti erano gli spicchi!!!!! 
Lo consiglio, soprattutto a chi non ha nessuna esperienza, perche è ottimo come inizio, e questo tipo di semina non vi farà perdere d'animo. E' una pianta che non necessita di molte cure, ed all'incirca in 8 mesi vedremmo il nostro risultato.  L'aglio non richiede grandi quantità di terreno, quindi è perfetta da mettere in vaso sul nostro balcone. L'unica cosa importante è che ha bisogno di ricevere molto sole diretto durante il giorno affinchè possa avvenire correttamente la fotosintesi.
Il periodo indicato per seminarlo è verso la fine dell'autunno e inizio inverno; i nostri bulbi hanno bisogno del freddo per svilupparsi e le piogge dell'inverno saranno sufficienti come innaffiatura.
La varietà che io utilizzo è tipica delle nostre zone, in Abruzzo, dove si coltiva da secoli, ed è l'aglio "rosso di Sulmona", che oltre al suo bellissimo colore regala bulbi regolari, ottimi da conservare e soprattutto contiene elevati principi attivi per la nostra salute.
Allora, mettetevi al lavoro e che vi sia grata questa bellissima avventura!


Prima di tutto andremmo a preparare i nostri vasi con il terriccio (io in questo caso ho utilizzato una cassetta di legno, che ho chiesto al fruttivendolo, nel quale ho messo un sacco di juta  e dentro la terra mischiata con del compost).  
A questo punto sgraniamo la testa dell'aglio (io utilizzo le migliori e le più grandi  avute dal raccolto dell'anno precedente); per chi inizia adesso e non ha la possibilità di trovarle da altri produttori agricoli,  potete utilizzare quelle che comprate abitualmente per cucinare.
      Metteremmo gli spicchi nella terra, sempre con la punta rivolta in su, ad una distanza di circa 8 - 9 cm. fra loro e tra i bordi del vaso, faccendo una leggera pressione verso giù.  
 
Copriamo con 1 o 2 cm. di terra, innaffiamo delicatamente senza allagarli, evitando di creare ristagni d'acqua. E' molto importante che abbia un buon drenaggio affinchè i bulbi non marciscano. Possiamo coprire la terra con foglie o erbe secche per proteggere il terreno da eventuali gelate.


A questo punto l'unica cosa che dobbiamo fare è controllare quando dover innaffiare e dedicarci ad altri lavori.

Dalla quarta settimana, all'incirca, potremmo vedere i primi getti che fanno capolino. Dobbiamo aspettare che arrivi la primavera per vedere il loro pieno sviluppo. E' a metà di questa stagione che le nostre piante fioriranno e per permettere la formazione dei nostri agli (e io parlo degli agli rossi) dovremmo toglierli l'inflorescenza , precisamente li andremmo a "stollare" = togliere lo stelo fiorale ancora in bocciolo. Questi steli non vanno assolutamente sprecati, sono molto buoni per condire insalate, si possono mettere sott'olio.....e se passate da "CUCINANDO" vi darò una buonissima ricetta per poter utilizzarli  tolli d'aglio con uova strapazzate 











Quando osserviamo che più della metà del fogliame comincia ad ingiallire interrompiamo le innaffiature. Solo quando il fogliame sia completamente secco li andremmo a raccogliere facendo una leggera forza sul terreno, intorno alle piante, per fare leva e li tireremo delicatamente. Una volta sterrati  li taglieremo le radici e lasceremmo la parte superiore integra (ci servirà per intrecciarli), riparandoli dal sole in un luogo asciutto e fresco, per poter conservarli.  



Cliccando su questo link, potrete vedere un filmino con la tecnica di come si fa ad intrecciarli formando le reste, seguendo la nostra amica luna, in modo che sia ben chiaro il procedimento....il comentario è in dialetto abruzzese, una nota tanto allegra....

Come sempre vi dico che se qualcosa non vi è chiaro nelle mie spiegazioni, sono qui per chiarire qualsiasi dubbio (sperando di esserne capace!!). 
BUON LAVORO!!!!

Nessun commento:

Posta un commento